Loading...

Parlano di Noi

Leggi la rassegna stampa completa.

Leggi la rassegna stampa online.

 

ANSA, 2 novembre 2017 

Musei: con "Canova Experience" la Gypsotheca diventa digital

   POSSAGNO (TREVISO), 2 NOV - La Gypsotheca di
Possagno, che accoglie sculture di Antonio Canova, dal prossimo
primo dicembre avrà una sua versione digitale grazie alla quale
l'esperienza di una visita alla sede museale diventerà alla
portata di tutti, compresi i portatori di handicap motori che
oggi allo spazio fisico non possono accedere.
   L'iniziativa, che contiene molti altri aspetti e che
arricchisce la conoscenza dell'artista veneto attraverso evolute
soluzioni di realtà aumentata, è di Asolana Group, azienda della
comunicazione riferibile a Marco Zanesco, che si è fatta carico,
come operazione iniziale, di eseguire una scansione
tridimensionale di tutte le opere conservate nella Gypsotheca.
Questo, è stato spiegato, anche per ottenere l'esatta
riproduzione matematica di ogni singolo oggetto e dunque un
documento indistruttibile nel caso in futuro si rendesse
necessaria una ricostruzione esatta delle opere.
   Il lavoro si è tuttavia esteso alla traduzione in formato
digitale di tutta la documentazione cartacea prodotta dallo
scultore, e oggi non consultabile, per la sua fruizione sul web,
ambito in cui si potrà effettuare anche una visita da remoto
alle sale di Possagno attraverso l'impiego di tecnologie video
3D, oltre che un ingresso virtuale nello studio che Canova aveva
a Roma.
   Tutte le possibilità di interazione, in ogni caso, saranno
presentate al pubblico fra poche settimane. Il progetto,
chiamato "Canova Experience", per i produttori è "la prima
proposta di un format declinabile a qualsiasi realtà sia museale
che aziendale" e la sua applicazione è alla Gypsotheca ha
carattere di donazione. (ANSA)
 

__________

 

ARTE.it, 8 novembre 2017 

"INFINITO" CANOVA. DAL TRIONFO DI PAOLINA BORGHESE AI VIRTUAL TOUR: NOVITÀ IN ARRIVO AL MUSEO DI POSSAGNO

Treviso - Dalla sua dormeuse, simile a una dea, una Paolina Borghese “infinita” grazie all’affascinante gioco di specchi e riflessi che sembrano volerne perpetrare nel tempo e nello spazio la bellezza, ammicca al visitatore sotto lo sguardo intenso del suo Canova, ritratto da Thomas Lawrence. Da questa nuova, imponente collocazione, nella sala di rappresentanza della casa natia di Possagno, dove sarà a partire dall’8 novembre prima di far ritorno, tra un anno, nella sua postazione all’interno della Gipsoteca, la sorella charmant di Napoleone - alla quale Canova ha conferito le sembianze della dea Venere, con la mela nella mano sinistra, simbolo di vittoria nella sfida con Paride - emana una sensualità ancora più intensa, assurgendo a icona universale di armonia e di bellezza.

Questo modello in gesso, realizzato tra il 1804 e il 1808, costituisce l’unica testimonianza superstite del procedimento di realizzazione della celebre scultura, la cui commissione, da parte del principe Camillo Borghese aveva costretto il maestro a uno studio compositivo singolare che gli valse, una volta conclusa l’opera, un compenso di ben seimila scudi. 

Oggi, quello voluto dalla Fondazione Canova, in collaborazione con Venice International Foundation, Friends of Venice e con il Comune di Possagno, è un omaggio alla Divina Paolina, una delle più acclamate sculture di Canova, un’opera destinata al privato e che, nella Roma papalina di Pio VII, nasceva tra il pettegolezzo e lo scalpore insinuatisi tra le seducenti nudità di quella principesca modella, con “il corpo mollemente giacente, sostenuto da un lato da quattro origlieri che prestano al braccio destro un appoggio comodo e conveniente”.

(Leggi tutto…)


Via Castellana, 12/b z.i. - 31011 Asolo (TV)
Tel. +39 0423 952830
Fax. +39 0423 524134